ALESSANDRO ADAMO È NATO A NAPOLI NEL 1982. LA MODA È SEMPRE STATA UNA PASSIONE PRECOCE PER LUI.
NEL 2002, DÀ VITA ALLA SUA PICCOLA BOUTIQUE. NONOSTANTE LA GIOVANE ETÀ, EBBE, INFATTI, GRANDE DETERMINAZIONE NEL CERCARE DI INVENTARE UN PROPRIO STILE CHE POTESSE RISPECCHIARLO E PIACERE AL PUBBLICO.

Il suo motto è: “Propongo solo ciò che mi piace indossare: se piace anche agli altri, non può che farmi piacere!”

Dai risultati ottenuti nel tempo emergono le sue capacità.
Le proposte infatti sono sempre al passo coi tempi ed adatte ad un pubblico ampio, esigente e attento alle tendenze.
Ben presto però si rende conto che quell’ambito non gli permette di esprimere il proprio potenziale: per questo cerca di capire cosa lo facesse sentire veramente vivo.
“Ognuno dispone di una cassetta attrezzi interiore che può fare la differenza”.
Amplia così le sue risorse, aprendo nuove possibilità di scelta.
Prende parte contemporaneamente ad un sistema di consulenza creativa ai progetti capsula per alcune aziende nazionali.

Viaggia senza meta e senza tempo maturando capacità e competenze nel proprio settore.
Infatti la sua esperienza, affinata in primo luogo all’interno di ambiente commerciale (piano venditore, commesso), gli consente di sviluppare una visione di prodotto moda da un punto di vista sia di progettazione che commerciale e strategico.
La sua carriera è in ascesa: nel 2011 diventa un creativo, registrando come designer professionista un suo marchio. 
Ciò che mette in COSTUMEIN è l’imprenditorialità, la passione per la moda e tutto il suo interesse per la ricerca del gusto e dell’unicità.

L’idea portante sta nel mescolare e abbinare la grande tradizione della camiceria made in Italy con una visione inedeita del nuovo Millennio (ispirazioni a Martin Margiela, Cristophe Lemaire, Comme des Garcons). 

Questi possono non essere i migliori tempi per il fashion system, ma a volte è la forza di volontà che cavalca il sistema economico.

Le sue collezioni sono apprezzate da validi rivenditori nel territorio nazionale ed estero.